Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Wall Street scommette sulle società del petrolio e prevede prezzi in salita
11/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Dopo che i prezzi delle materie prime hanno toccato il punto di minimo a inizio 2016, negli ultimi mesi la domanda è tornata a superare l’offerta, lasciando presagire una nuova fase rialzista. Gli occhi adesso sono puntati soprattutto sul petrolio e sulla grande spinta per il settore che potrebbe arrivare anche dalla nuova amministrazione Trump.

A frenare l’andamento dei titoli del petrolio è stato soprattutto il barile che non ha visto aumenti significativi nelle quotazioni nei mesi scorsi. Riguardo al petrolio, i paesi dell’Opec e alcuni altri paesi non-Opec, Russia in testa, hanno concordato un taglio della produzione pari a 1,8 milioni di barili al giorno per ridurre le scorte in eccesso.

La domanda di greggio è in crescita con la ripresa dell’economia americana e la produzione ridotta spingeranno in alto le quotazioni.

Fonte: La Stampa, Speciale La Stampa – red. (pag. XV)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]