Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Wall Street scommette sulle società del petrolio e prevede prezzi in salita
11/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Dopo che i prezzi delle materie prime hanno toccato il punto di minimo a inizio 2016, negli ultimi mesi la domanda è tornata a superare l’offerta, lasciando presagire una nuova fase rialzista. Gli occhi adesso sono puntati soprattutto sul petrolio e sulla grande spinta per il settore che potrebbe arrivare anche dalla nuova amministrazione Trump.

A frenare l’andamento dei titoli del petrolio è stato soprattutto il barile che non ha visto aumenti significativi nelle quotazioni nei mesi scorsi. Riguardo al petrolio, i paesi dell’Opec e alcuni altri paesi non-Opec, Russia in testa, hanno concordato un taglio della produzione pari a 1,8 milioni di barili al giorno per ridurre le scorte in eccesso.

La domanda di greggio è in crescita con la ripresa dell’economia americana e la produzione ridotta spingeranno in alto le quotazioni.

Fonte: La Stampa, Speciale La Stampa – red. (pag. XV)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]