Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il valzer delle nomine va a passo lento. I vertici di Eni e Poste verso la conferma
15/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Mancano cinque giorni al deposito delle liste del ministero dell’Economia per il rinnovo dei consiglieri di amministrazione di Eni, Enel, Poste, Terna ed Enav, ossia per le società quotate il cui azionista di maggioranza è il Tesoro. Con il progressivo rafforzarsi del governo Gentiloni, e il peso sempre maggiore dei Ministri Padoan e Calenda, le nomine dei vertici sono diventate più complesse. Al momento, gli unici due manager più “sicuri” della riconferma sono gli ad di Eni, Claudio Descalzi, e di Enel, Francesco Starace. Ancora dubbia la posizione dell’ad di Poste, Francesco Caio. L’eventuale conferma dell’ad di Poste renderebbe meno probabile uno spostamento di Matteo Del Fante dalla guida di Terna a quella di un’altra spa del tesoro, mentre per quanto riguarda Leonardo-Finmeccanica sembra più difficile la conferma di Maura Moretti. Alla presidenza del gruppo aerospazio e difesa dovrebbe comunque restare Gianni De Gennaro, mentre per il ruolo di ad sarebbe in pole l’”interno” Fabrizio Giulianini.

Fonte: Il Giornale – Gian Maria De Francesco (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]