Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Utility, l’effetto petrolio comprime i fatturati
28/01/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

L’effetto materie prime taglia i fatturati delle utility, frena di conseguenza gli investimenti che diminuiscono in calore assoluto ma tengono in rapporto ai ricavi. L’alleggerimento dei fatturati si accompagna però anche a una revisione nella struttura dei costi, come mostra il quadro della gestione caratteristica che vede crescere anche se di poco il peso dei margini. Un’indagine realizzata dal centro studi Althesys si concentra sulle 100 aziende più grandi, pubbliche e private, attive nell’energia, nel servizio idrico, nel gas e nei rifiuti, e offre il quadro economico più aggiornato all’indomani dell’avvio della fase attuativa della riforma Madia. Il punto di partenza dell’analisi è la frenata di fatturati. L’analisi vede all’origine della frenata il fattore esterno legato al calo delle quotazioni delle materie prime, un elemento che in questa fase sta diventando strutturale.

Fonte: Il Sole 24 ore, Impresa & Territorio – Gianni Trovati (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Terna, piano da 6,2 miliardi per potenziare la rete

Con la rotta puntata sulla rete elettrica nazionale, chiamata a supportare il ruolo dominante nella transizione energetica, Terna è pronta a investire 6,2 miliardi nei prossimi cinque anni per accompagnare l’infrastruttura lungo la strada del
[leggi tutto…]

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]