Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Usa sfidano con l’export i big di petrolio e gas
14/07/2017 - Pubblicato in news internazionali

Nei prossimi cinque anni gli Usa esporteranno più gas del Qatar e della Norvegia. In tempo ancora più breve supereranno Kuwait e Nigeria nell’estrazione di petrolio. L’Aie sul suo rapporto annuale sul gas pubblicato ieri, ha dedicato attenzione al fenomeno Usa mentre per il petrolio le previsioni sono di Pira Energy. Gli Usa nel febbraio 2016 hanno inviato all’estero il primo carico di Gnl, e finora dispongono di un solo impianti di liquefazione. Nel gas liquefatto solo l’Australia avrà una capacità maggiore, arrivando a 117,8 Bcm. Il surplus di Gnl è destinato ad aumentare: nel 2022 ci sarà capacità di esportazione per 650 Bcm, in eccesso per 190 Bcm rispetto alla domanda. Fra cinque anni gli Usa controlleranno il 22% dell’output mondiale di Gnl. Anche il petrolio made in Usa promette di diventare sempre più insidioso per l’Opec. Lo shale oil è la causa principale della caduta dei prezzi del greggio. Al momento i flussi di esportazione Usa sono molto variabili.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]