Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream Italia, frenata del petrolio
09/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

Produzione di idrocarburi in calo in Italia nel 2015, con il greggio che torna a scendere del 5,1% a 5,455 milioni di tonnellate dopo cinque anni consecutivi di aumento e il gas al terzo ribasso annuale consecutivo ormai sotto quota 7 mld mc (-5,6% a 6,877 mld mc). Per il petrolio quasi tutte le 292mila tonnellate in meno si devono a una frenata delle produzioni a terra, in particolare in Basilicata (-210mila circa) e Sicilia (-60mila). Per il gas sono le produzioni a mare le responsabili del grosso dei 408 milioni di mc in meno, con una contrazione di circa 340 mln mc dovuta soprattutto alle zone adriatiche A (settentrionale), B (centrale) e D (meridionale). L'output a terra flette di circa 70 mln mc di cui oltre 60 in Basilicata. Flessione ancora più pronunciata per la gasolina, di cui nel 2015 l'Italia ha prodotto 14.947 tonnellate, in calo del 12,9% sul 2014.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Terna, piano da 6,2 miliardi per potenziare la rete

Con la rotta puntata sulla rete elettrica nazionale, chiamata a supportare il ruolo dominante nella transizione energetica, Terna è pronta a investire 6,2 miliardi nei prossimi cinque anni per accompagnare l’infrastruttura lungo la strada del
[leggi tutto…]

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]