Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream Italia, frenata del petrolio
09/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

Produzione di idrocarburi in calo in Italia nel 2015, con il greggio che torna a scendere del 5,1% a 5,455 milioni di tonnellate dopo cinque anni consecutivi di aumento e il gas al terzo ribasso annuale consecutivo ormai sotto quota 7 mld mc (-5,6% a 6,877 mld mc). Per il petrolio quasi tutte le 292mila tonnellate in meno si devono a una frenata delle produzioni a terra, in particolare in Basilicata (-210mila circa) e Sicilia (-60mila). Per il gas sono le produzioni a mare le responsabili del grosso dei 408 milioni di mc in meno, con una contrazione di circa 340 mln mc dovuta soprattutto alle zone adriatiche A (settentrionale), B (centrale) e D (meridionale). L'output a terra flette di circa 70 mln mc di cui oltre 60 in Basilicata. Flessione ancora più pronunciata per la gasolina, di cui nel 2015 l'Italia ha prodotto 14.947 tonnellate, in calo del 12,9% sul 2014.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]