Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Upstream Iraq, presto operativi i pozzi di Ninive
04/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

L'Iraq spera "nei prossimi mesi" di rendere operativi i pozzi petroliferi dalla provincia di Ninive, incendiati dall'Isis durante l'offensiva sostenuta dagli Usa per riconquistare Mosul. Lo ha reso noto il ministero del Petrolio in un comunicato, spiegando di aver incaricato la North Oil Company di preparare "un piano urgente" per riparare tutti gli oleodotti incendiati dai militanti. Gli impianti petroliferi di Ninive, collocati soprattutto nella regione di Qayyara a sud di Mosul, vengono usati per la produzione di greggio pesante. La regione è stata riconquistata dalle mani dell'Isis nell'agosto del 2016, due mesi dopo il lancio dell'offensiva. Prima di finire sotto il controllo dei militanti a metà del 2014, i due principali oleodotti di Ninive, quello di Qayyarah e di Najma, producevano fino a trentamila barili al giorno.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]