Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa UP: il petrolio è ancora la prima fonte di energia
22/12/2015 - Pubblicato in news nazionali

"Qualche anno fa avevamo detto che il 2016 sarebbe stato l'anno del sorpasso del gas sul petrolio come prima fonte energetica in Italia. E invece ci siamo sbagliati, perché i consumi petroliferi sono aumentati di due milioni di tonnellate, e nel 2015 il petrolio è stato quanto mai protagonista degli scenari economici, energetici e geopolitici mondiali”. Così La domanda di energia in Italia (in crescita del 3% a 165,4 milioni di Tep) è infatti stata soddisfatta per il 35,9% dal petrolio, per il 33,3% dal gas per il 17,5% dalle rinnovabili, per l'8,1% dai combustibili solidi e per il 5,2% da importazioni nette di elettricità. Partendo dallo scenario internazionale, secondo Spinaci la ripresa del prezzo del barile non avverrà prima di tre anni, e sarà dovuta alla riduzione degli investimenti verificatasi quest'anno, pari al 20% a livello globale. Per il 2016 la forbice per il barile è prevista a 45-55 dollari, per poi tornare a 80 solo dopo tre anni. Il tasso di dipendenza dell'Italia dall'estero è aumentato al 91% nel 2015 per via del calo della produzione nazionale (-5,3%). In testa tra i nostri fornitori con il 17,9% del totale importato è l'Azerbaigian che ha sostanzialmente negli ultimi anni sostituito l'apporto libico, ridotto al 6,8%. In forte aumento anche il contributo dell'Iraq, con il 17,1% a 8 milioni di tonnellate (+17,1% rispetto al 2014).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]