Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ue 2030, Patuanelli: evitare ulteriori aggravi per l'Italia
24/09/2019 - Pubblicato in news nazionali

Evitare ulteriori aggravi per l'Italia e sollecitare piuttosto i Paesi con maggiore divario rispetto agli obbiettivi al 2030. È questa la posizione espressa questa mattina a Bruxelles a nome dell'Italia dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli in occasione del Consiglio energia: il gap tra gli obiettivi Ue al 2030 e gli impegni inseriti nei Piani energia e clima dei 28, ha detto in sostanza Patuanelli, deve essere colmato dai Paesi che presentano un maggiore divario rispetto ai target e un maggiore spazio di miglioramento; la Commissione non deve invece chiedere ulteriori sforzi a Paesi come l'Italia che hanno già un'alta efficienza energetica e per i quali gli interventi sarebbero più costosi e impatterebbero su aziende e consumatori”. A giugno la Commissione aveva chiesto di verificare che gli strumenti individuati “permettano risparmi adeguati anche nel periodo 2021-2030”, in realtà il problema riguarda l'obiettivo complessivo dei 28, che rischia di pesare di più sui Paesi che di fatto hanno già compiuto più sforzi. Il ministro ha dunque confermato che il Governo italiano proseguirà con il Piano nazionale “ed è senz'altro intenzionato a proseguire nella strada individuata tenendo fede a quanto a prefissato e accelerando le fasi attuative”. Nel programma del nuovo Governo, ha aggiunto, Ambiente e Sviluppo sostenibile sono due elementi chiave del programma.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]