Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio
20/01/2020 - Pubblicato in news internazionali

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare. Il giacimento si trova a largo delle coste angolane. L’azienda ha comunicato che la danese Maersk Drilling sarà incaricata del processo di esplorazione che raggiungerà i 3.628 metri di profondità. Le operazioni dovrebbero durare 8 mesi per un costo di 46,3 milioni di euro. L’Angola rimane il secondo paese produttore di petrolio nell’Africa sub-sahariana dopo la Nigeria, con una produzione di 1,37 milioni di barili al giorno.

Fonte: La Stampa – Lorenzo Simoncelli (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]