Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La transizione eneregtica accelera, idrogeno volano di cambiamento
07/10/2019 - Pubblicato in news internazionali

Secondo l’Agenzia internazionale dell’Energia (iea), a livello globale i consumi di energia sono quasi raddoppiati tra il 2010 e il 2018. Questa crescita vertiginosa accentua la minaccia del cambiamento climatico. Servono quindi risposte di sistema che siano sostenibili nel tempo ed è in questo scenario che va inquadrato l’interesse verso l’idrogeno, che secondo la stessa Iea può offrire un contributo importante sia integrando le rinnovabili sia per contribuire a decarbonizzare i così detti har-to-abate-sector nei quali è difficile azzerare le emissioni con le tecnologie attualmente disponibili, come l’industria chimica e siderurgica. L’idrogeno può giocare un ruolo determinante nella transizione energetica. Gli ostacoli che dovranno essere superati per la diffusione dell’idrogeno sono di natura tecnica e culturale, ma l’industria intanto sta già investendo in modo massiccio nell’idrogeno, con iniziative che vanno dallo sviluppo di autocarri con celle a combustibile alimentate da idrogeno, al suo utilizzo per la produzione di acciaio e di ammoniaca da utilizzare in vari settori. Uno studio dell’Irena (l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili) sottolinea che l’idrogeno da fonti rinnovabili può inoltre fare da volano per la diffusione di fonti di produzione di energia rinnovabile e pulita. Queste soffrono di limiti intrinsechi, e l’idrogeno può avere un ruolo importante poiché l’energia elettrica in eccesso potrebbe essere destinata alla produzione di idrogeno (verde), utilizzabile poi nei trasporti, nell’industria e nel riscaldamento degli edifici.

Fonte: Repubblica, Affari e Finanza – Luigi Dell’Olio (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]