Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Texas, la tempesta Harvey ferma anche le raffinerie
31/08/2017 - Pubblicato in news internazionali

Morti, dispersi, danni per decine di miliardi di dollari e ora anche allarme energetico. Ora si deve fare i conti con la chiusura degli impianti petroliferi e più in generale il Paese intero si trova a fare i conti con tagli nei volumi di raffinazione con ricadute su scala nazionale. Sono dodici gli impianti serrati o a cui è stata imposta una riduzione del volume di raffinazione dalle autorità per un totale di 3,1 milioni di barili al giorno prodotti in Texas, il 17% dei 18,6 milioni di barili prodotto in tutti gli Stati Uniti. Un’emergenza che si estende a livello regionale e nazionale ripercuotendosi sui mercati e rallentando – secondo le stime degli esperti – la crescita dell’economia americana di almeno lo 0,2% nel terzo trimestre, dopo il balzo del 3% registrato tra aprile e giugno.

Fonte: La Stampa – Francesco Semprini (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]