Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tempa Rossa, un mese per l’accordo
12/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

Nei prossimi 20-30 giorni si troverà l’intesa per superare lo stallo nel quale si trova da anni il giacimento petrolifero di Tempa ossa in Basilicata. Ieri mattina a Palazzo Chigi si sono incontrati Regione Puglia, Eni, Ministero dello sviluppo economico e ministero dei beni culturali. Total, che gestisce il giacimento insieme a Shell e Mitsui, ha chiesto l’autorizzazione per trasportare il greggio non più nella raffineria di Taranto attraverso l’oleodotto Val d’Agri, ma attraverso decine di autocisterne al giorno, negli impianti di Roma e Falconara Marittima. Il vicesindaco e assessore all’ambiente De Franchi chiede ad Eni e Total che sostengano l’orientamento dell’amministrazione di privilegiare, in una logica di sostenibilità ambientale, il trasporto green partendo da quello pubblico.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Domenico Palmiotti (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]