Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La tecnica di estrazione di gas da scisti non dà inquinamento
17/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

La tecnica di estrazione di gas da scisti, il “fracking”, non è inquinante. Le analisi per verificare la contaminazione della falda acquifera in Pennsylvania causata da prodotti tossici ha scagionato il procedimento di fratturazione idraulica (fracking) utilizzato per estrarre gli idrocarburi. Il risultato da luce su uno dei punti critici dello sfruttamento del gas da scisti (shale gas) e più avversati dagli oppositori che sostengono che il “fracking” sia pericoloso per l’ambiente ma anche per la salute delle persone. Lo studio degli specialisti in idrogeologia, collegati ad alcune grandi università americane, e pubblicato nei Rapporti dell’Accademia americana delle scienze (Pnas) ha permesso di stabilire che la presenza di inquinanti organici nell’acqua non era legata alle perforazioni ma a incidenti di stoccaggio dei prodotti chimici in superficie.

Fonte: Italia Oggi – Angela Ratti (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]