Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tariffe di luce e gas a due velocità
31/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

Andamento ondivago dei prezzi nel settore energetico, con spinte contraddittorie verso il rialzo e verso il ribasso. In ottobre i prezzi energetici sottoposti a tariffa regolata risultano in discesa attorno al -2% in un anno, e il metano addirittura ha segnato un -3,2%. Ma a fine settembre l'Autorità dell'energia e dell'acqua ha ritoccato in salitale tariffe, e quindi nell'ultimo mese i consumatori rimasti legati al segmento tutelato hanno visto una tendenza al rincaro (elettricità +2,9%, metano +1,9%). Quindi un andamento a due velocità, con un ribasso costante trainato dalle quotazioni sempre più deboli del greggio, ma una piccola volata di risalita a inizio dell'autunno. Il quadro sembra semplice, ma il mercato energetico non è fatto solamente dalle tariffe dell'Autorità dell'energia e dell'acqua. È libero il prezzo dei carburanti, e segue non solamente i listini petroliferi e le strategie delle compagnie, ma anche la propensione commerciale dei singoli benzinai. Ed è libero anche il listino di luce e gas venduti sul mercato libero alle imprese e alle famiglie che hanno firmato contratti nel segmento aperto alla competizione. E proprio questi consumatori che si sono affidati al mercato libero hanno avuto un beneficio di prezzo migliore rispetto ai consumatori tutelati dalle tariffe pubbliche: i listini energetici "non regolamentati" sono scesi nell'ultimo mese del -0,8%.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa & Territori – J.G. (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]