Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa TAP: max 5 miliardi di mc/a fino metà 2021
22/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il gasdotto Grecia-Albania-Italia Tap, che dal 2020 porterà in Europa gas dall'Azerbaigian, per il primo anno e mezzo circa potrà lavorare non oltre la metà della capacità massima e potrà infine andare a regime a 10 miliardi di mc/anno da gennaio 2022. A dirlo i dati pubblicati oggi sul sito di Snam Rete Gas nel quadro della procedura open season sulla capacità al punto di ingresso di Tap nella rete nazionale a Melendugno. La procedura è stata avviata, come previsto dalla delibera dell'Autorità per l'energia ARG/gas 2/10, dopo la ricezione della richiesta di accesso da parte di Tap, che ha richiesto l'avvio del servizio di trasporto da gennaio 2020 per una capacità 148,288 GWh/giorno, pari a circa 14 milioni di mc/g fino a maggio 2021. La capacità richiesta sale poi progressivamente a 196,408 GWh a giugno 2021, a 226,408 a agosto, a 249,908 a settembre, a 256,86 a ottobre per arrivare infine a regime a 272,999 GWh/giorno da gennaio 2022, equivalenti a circa 26 mln mc/g e 10 mld mc/a, capacità tecnica massima prevista per l'impianto.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]