Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Col Tap non esagerate”: per gli esperti di Oxford il gas sarà molto più caro
19/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

I gas del giacimento azero di Shah Deniz, Mar Caspio, che dopo 3.500 chilometri e cinque nazioni dovrebbe alimentare il Tap per sbucare a Melendugno (Lecce). Non arriverà in Italia nelle quantità previste e costerà caro. Lo afferma un rapporto dell’Oxford institute for energy studies. Secondo lo studio La Turchia è tra i principali clienti e le prime consegne di un contratto sono da 6 miliardi di metri cubi annui. Un miliardi di metri cubi è inoltre destinato alla Grecia e uno alla Bulgaria. La restante parte per l’Italia e gli altri Paesi europei sarebbe già il 20% meno del previsto. Inoltre, secondo le stime, la produzione di Shah Deniz raggiungerà un picco di 16 miliardi di metri cubi annui entro il 2020, per declinare dal 2030, scendendo a circa 6 miliardi nel 2035.

Fonte: Il Fatto Quotidiano, Il Fatto Economico – Marco Maroni (pag.16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]