Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tap, a Bonatti la posa dei tubi onshore in Grecia
05/03/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La società Trans Adriatic Pipeline (Tap) ha assegnato gli appalti per la progettazione e posa in opera di circa 760 km di tubi onshore da 48 pollici (1,2 m) di diametro in Grecia e Albania. Tre dei lotti sono in Grecia e due in Albania. I lavori in Grecia sono stati assegnati a una joint venture tra Bonatti e la greca J&P Avax (circa 360 km di tubi tra Kavala e Ieropigi, al confine albanese). Alla francese Spiecapag sono stati affidati altri 185 km in Grecia tra Kipoi e Kavala e i due lotti in Albania (215 km in tutto) tra Bilisht e Topoje. La società transalpina si occuperà anche del passaggio del fiume al confine tra Grecia e Turchia, dove il gasdotto si collegherà al Tanap. Le attività di costruzione, si legge nella nota diffusa da Tap, inizieranno a metà 2016. Ian Bradshaw, managing director di Tap, ha commentato: “i contratti per la costruzione dei tratti onshore sono i più grandi che assegneremo. Le mie congratulazioni a Bonatti, J&P Avax e Spiecapag per avere presentato offerte non solo tecnicamente solide e competitive ma anche in linea con gli standard più elevati” Restano da assegnare ora soltanto la fornitura di tubi e la posa (Epc) per il tratto offshore.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]