Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Tanto gas tra Egitto , Israele e Cipro l’Italia non sprechi l’occasione”
01/04/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Descalzi conferma che esiste il rischio di rimanere schiacciati tra i dazi Usa e le sanzioni russe. Elogia Calenda perché vuole aprire il “canale Sud” del Mediterraneo e creare un grande hub tra Egitto, Israele e Cipro. Il nuovo hub però non deve essere conflittuale rispetto a Mosca, ma deve essere complementare. Sottolinea che i rapporti tra Europa e Russia sono fortissimi: il 40-45% del fabbisogno di gas viene dalla Russia. A tal proposito, sottolinea Descalzi, non si può rimanere nelle mani di un fornitore solo. Ci sono alternative energetiche da sviluppare e poi c’è il nuovo hub. Si tratta solo di non sprecare l’occasione.

Fonte: Corriere della Sera – Raffaella Polato (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]

Non solo rinnovabili. La lezione da imparare per ripartire “verdi”

“E’ presto per calcolare gli impatti a lungo termine, ma l’industria dell’energia che uscirà da questa crisi sarà molto diversa da quella che conoscevamo”
[leggi tutto…]