Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Tanto gas tra Egitto , Israele e Cipro l’Italia non sprechi l’occasione”
01/04/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Descalzi conferma che esiste il rischio di rimanere schiacciati tra i dazi Usa e le sanzioni russe. Elogia Calenda perché vuole aprire il “canale Sud” del Mediterraneo e creare un grande hub tra Egitto, Israele e Cipro. Il nuovo hub però non deve essere conflittuale rispetto a Mosca, ma deve essere complementare. Sottolinea che i rapporti tra Europa e Russia sono fortissimi: il 40-45% del fabbisogno di gas viene dalla Russia. A tal proposito, sottolinea Descalzi, non si può rimanere nelle mani di un fornitore solo. Ci sono alternative energetiche da sviluppare e poi c’è il nuovo hub. Si tratta solo di non sprecare l’occasione.

Fonte: Corriere della Sera – Raffaella Polato (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]

Sussidi dannosi: sul tavolo rimodulazioni di 7 Sad, ma cautela su accise gas

La commissione interministeriale sui sussidi ambientalmente dannosi ha individuato proposte per la rimodulazione di sette Sad
[leggi tutto…]