Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Le strategie saudite e le sfide degli Usa
25/06/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il petrolio sta entrando in una fase di rischi crescenti. I progressi strutturali nel consumo di greggio e nella sensibilità ambientale, stanno riducendo il dominio dei combustibili fossili. Sebbene il petrolio non sia ancora rimpiazzabili del tutto, i governi cercano sempre più alternative. Nel 2015 gli investimenti globali in energie rinnovabili sono stati più che doppi rispetto a quelli in combustibili fossili. L’Arabia Saudita, in seguito ai bassi prezzi del greggio, appare oggi estremamente vulnerabile e la sua crescita è destinata a rallentare quest’anno dell’1,2% rispetto al 3,5% del 2015. Per questo il piano “Saudi Vision 2030” prevede riforme volte a ridurre la dipendenza della rendita petrolifera e a diversificare l’economia, che include investimenti in energie rinnovabili e la privatizzazione di importanti asset dello Stato come la più grande società petrolifera del mondo. Tuttavia la geopolitica può ostacolare la realizzazione del piano. In questo contesto le relazioni con gli usa continuano ad essere fondamentali anche se incerte per il futuro.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Adriana Castagnoli (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]

Nell’Oil&Gas l’imperativo è cambiare pelle

Non ci sono soltanto le società americane dello shale oil ad accusare il colpo della crisi, basti pensare alle svalutazioni anticipate da BP, che potrebbero raggiungere 19,5 miliardi nel secondo trimestre
[leggi tutto…]

Energia, Patuanelli e Confindustria <<Avanti investimenti e taglio costi>>

Un impulso alla transizione energetica. Con il via libera da parte del Governo a misure che potranno ridurre il nostro gap di costi nei confronti degli altri paesi, a cominciare dai settori gasivori.
[leggi tutto…]