Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Stati Uniti all’assalto dei mercati petroliferi: esportazioni da record
07/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

Le esportazioni di petrolio dagli Stati Uniti, fino a pochi mesi fa vietate dalla legge, hanno già raggiunto la bellezza di 662mila barili al giorno: una quantità superiore a quella venduta da molti Paesi Opec, tra cui non solo la Libia – che ha subito un crollo della produzione a causa della guerra civile – ma anche l’Ecuador, il Qatar e persino l’Algeria. La rivoluzione dello shale oil, che ha indotto una crescita spettacolare della produzione di petrolio degli Usa, ha convinto nel dicembre scorso le autorità americane ad abrogare il divieto di esportazione del greggio, che resisteva da oltre quarant’anni. Gli Stati Uniti riforniscono ormai con frequenza anche numerosi Paesi europei, compresa l’Italia, che in maggio ha ricevuto 22.980 barili al giorno.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]