Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Solo l’industria risolleva un Paese e senza energia non c’è industria
04/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Lungo lo Stivale si affermano da tempo minoranze ambientaliste attive e rumorose, in grado di bloccare ogni programmazione di approvvigionamento energetico, che si scagliano contro la stessa coltivazione di giacimenti di idrocarburi quando vengono scoperti nel nostro territorio e nelle nostre acque territoriali. Nel mondo al contrario, ogni Nazione che abbia rilevanza, pone al primo punto della propria sicurezza il raggiungimento dell’autonomia energetica: per affrancarsi certamente dai cosi, ma in primo luogo anche per non soggiacere a condizionamenti politici. Lo sviluppo, l’occupazione, impongono scelte coraggiose, diversamente a nulla varrà elencare solo i guai, come fanno sovente i governanti. Chi governa deve decidere. Alcuni si rifugiano nel luogo comune che l’economia fondata sul turismo è l’alternativa all’industria; ma è un assunto erroneo. È l’industria che offre al territorio la spinta per darsi altre ciance economiche e permettersi un ambiente più consono alle esigenze delle persone”.

Fonte: Libero

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dal carbone al gas, Enel accelera la riconversione

La richiesta era stata presentata a gennaio e ora Enel ha avuto il via libera dal Ministero dello Sviluppo Economico per chiudere in anticipo, già a partire da gennaio prossimo, il gruppo 2 della centrale a carbone Federico II di Brindisi.
[leggi tutto…]

Idrogeno, consultazione sulla Strategia UE

La Commissione europea ha avviato una consultazione in vista dell'adozione della Strategia sull'idrogeno entro la metà dell'anno
[leggi tutto…]

Gasdotto Italia-Malta, al via consultazione transfrontaliera

Il ministero dell'Ambiente ha avviato nei giorni scorsi la consultazione pubblica transfrontaliera sul progetto di gasdotto di interconnessione tra Italia e Malta, una pipeline da 1,2 miliardi di mc all'anno per una lunghezza di 159 km tra Delim
[leggi tutto…]