Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa I soci Tap i pressing su Di Maio
24/07/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Appena una settimana fa, a Baku, il Presidente Mattarella, aveva confermato l’intenzione dell’Italia di completare i lavori del gasdotto che dal 2020 porterà fino in Puglia il gas dell’Azerbaijan, attraverso il corridoio Sud, alternativo a quello percorso dal gas russo. Il nuovo governo non ha ancora preso una posizione ufficiale, mentre il governatore della Puglia Emiliano continua la sua battaglia per bloccare l’opera appellandosi alle promesse elettorali dei 5stelle. Il Tap è considerato un’infrastruttura strategica dall’Ue ed è realizzato da un consorzio formato da Snam, Bp e Socar. I Lavori sono completi per oltre il 74% e non ci sono ritardi sulla tabella di marcia. Sotto il profilo finanziario, dopo il via libera ai finanziamenti agevolati da parte della Bei e della Bers, il Tap ha già assicurati 2 dei 4,5 miliardi di euro stimati per realizzare l’opera.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]