Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam in pole per gli asset di Edison
07/06/2017 - Pubblicato in news nazionali

Sarebbe ormai in dirittura d’arrivo la cessione, da parte di Edison, di due asset gas e in pole position, per rilevarli, c’è Snam. Per il gruppo controllato dai francesi si tratta di partecipazioni considerate non più strategiche: una quota di minoranza, pari al 7,3% nel rigassificatore di Rovigo (un colosso con una capacità di 8 miliardi metri cubi annui, che corrispondono a circa il 10% del fabbisogno nazionale di gas naturale), e il 100% del metanodotto di 84 km «Cavarzere-Minerbio», che collega il terminal offshore all’hub di Snam Rete Gas a Minerbio (Bologna). La vendita, seguita da Banca Imi, ha subìto una significativa accelerazione e potrebbe essere chiusa nelle prossime settimane. Proprio il Ceo del gruppo energetico, Marco Alverà, presentando il piano al 2021, aveva parlato del possibile interesse in infrastrutture di rigassificazione in Italia, laddove ovviamente si può comprare al giusto prezzo e creare valore. Anche per questo Snam monitora costantemente il mercato delle infrastrutture gas alla ricerca di opportunità che supportino la crescita nel lungo periodo. Questi asset gas messi in vendita da Edison fanno parte di un pacchetto di dismissioni più ampio messo in campo dal gruppo energetico per efficientare ulteriormente la struttura e concentrare le proprie forze su business considerati maggiormente strategici come i clienti elettricità e gas.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Cheo Condina (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]