Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A Snam piace Tap
05/09/2015 - Pubblicato in news nazionali

Verso la fine dell'anno ci sarà qualche novità» in merito a un eventuale ingresso di Snam nel gasdotto trans Adriatico Tap. Lo ha affermato l'a.d. di Snam, Carlo Malacarne, a margine del Forum Ambrosetti 2015, spiegando che «Tap sta progredendo secondo i progetti. Sono partiti gli investimenti e sono arrivate le autorizzazioni. È un progetto interessante. I principali azionisti, come Socar, sono molto interessati a essere presenti in Europa e questo è un buon auspicio perché il progetto si realizzi. Noi siamo interessati a poter giocare un ruolo anche gestionale». Sull'eventuale ingresso di Snam in Tap, Malacarne ha poi aggiunto di augurarsi che «il consorzio dia la priorità a chi può essere operativo anche nella gestione». Quanto ai consumi interni, in Italia nel 2015 quelli di gas dovrebbero registrare un +5% «ma solo perché lo scorso anno sono stati bassissimi. Siamo, più o meno, in condizioni di stabilità», ha detto ancora Malacarne. L'anno scorso i consumi si sono aggirati sui «66-67 miliardi di metri cubi», mentre quest'anno saranno «intorno ai 70-71 mld». Sul recente annuncio di Eni in merito alla scoperta del mega giacimento di gas al largo delle coste dell'Egitto, Malacarne ha sottolineato che «è molto importante. Nel medio-lungo periodo, aumenterà l'importanza dell'Italia come corridoio sud verso l'Europa».

Fonte: Italia Oggi, Mercati e Finanza (pag. 35)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]