Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam e Fluxys soci unici di Interconnector Uk
03/03/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Snam e Fluxys diventano azionisti unici di Interconnector Uk, la società cui fa capo il gasdotto da 235 chilometri che corre sotto la Manica e che collega Bacton, sulle coste orientali dell’Inghilterra, con Zeebrugge in Belgio. Il gruppo guidato da Marco Alverà e il suo alleato belga hanno infatti rilevato la quota del 33,5% detenuta da Caisse de dépôt et placement du Québec (Cdpq, la Cassa canadese), a sua volta azionista della stessa Fluxys con il 19,9% dietro il primo socio pubblico, la holding belga Publigas. Il valore dell’operazione è pari a 75 milioni di sterline (circa 84 milioni di euro ai cambi correnti), con un esborso per Snam che dovrebbe aggirarsi attorno ai 20 milioni di euro. Le società, che già detenevano il 31,5% della pipeline attraverso due veicoli ad hoc partecipati pariteticamente - le joint venture Gasbridge 1 Bv e Gasbridge 2 Bv - hanno sostanzialmente esercitato il loro diritto di prelazione sul pacchetto in mano alla Cdpq. Quest’ultima, grazie alla cessione, porta così avanti un percorso di razionalizzazione delle proprie partecipazioni trasferendo di fatto la gestione della sua quota in Interconnector Uk in capo a Fluxys, di cui, come detto, è il secondo azionista. A valle del trasferimento azionario, Fluxys e Snam diverranno soci unici di Interconnector Uk: la società belga, che già possedeva il 25% del gasdotto attraverso Fluxys Uk Limited e il 10% per il tramite di Fluxys Interconnector Limited, salirà al 76,32%, mentre il gruppo di Alverà arrotonderà la sua partecipazione al 23,68 per cento.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza e mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]