Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam firma un accordo con Eni per sviluppare le stazioni a metano
26/05/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’obiettivo era contenuto nel piano strategico presentato dalla società agli inizi di marzo: 150 milioni da investire da qui al 2021 per realizzare fino a 300 distributori di gas per autotrazione (Cng, gas naturale compresso), con le prime stazioni in arrivo nel corso del 2018. Così dopo la lettera d’intenti siglata a dicembre con Api, Snam ha firmato un nuovo accordo quadro, questa volta con Eni, per spingere ulteriormente lo sviluppo della rete distributiva nella penisola. L’obiettivo dell’intesa è di arrivare a costruire più di 100 stazioni che, unite a quelle oggetto dell’asse con Api, porterebbero la spa dei gasdotti molto vicina al target indicato nell’ultimo piano strategico. La partnership punta a realizzare nuovi distributori di gas naturale compresso e liquefatto all’interno della rete nazionale Eni, favorendo così l’offerta di carburanti alternativi a basse emissioni come il gas naturale in un paese come l’Italia che è il primo mercato europeo per consumi di metano per autotrazione.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Ce. Do (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]