Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Snam alza l’asticella del piano 2021
15/03/2018 - Pubblicato in news nazionali

Marco Alverà, ha definito ieri la rotta futura di Snam, lanciando il nuovo logo e rivedendo al rialzo gli obiettivi del Piano 2017-2021, a cominciare appunto dagli investimenti che serviranno a ritagliare ancor di più per la società «un ruolo centrale nella transizione energetica» con l’Italia come hub del Vecchio Continente. La rotta prevede un occhio all’America e all’Asia, dove potrebbero schiudersi possibili occasioni di sviluppo soprattutto per l’ultima nata, la Snam Global Solutions, specializzata nella vendita di servizi regolati per il mercato del bilanciamento e di servizi dedicati per gli operatori del settore. Senza tralasciare ulteriori opportunità nel corridoio Sud del gas o sul fronte degli stoccaggi. E un altro ben puntato sull’Italia, dove sarà concentrata la fetta principale dei 5,2 miliardi di euro (di cui un miliardo già realizzato nel 2017) che Snam è pronta a confermare da qui al 2021, 500 milioni in più del precedente piano (di cui 300 milioni destinati alla metanizzazione in Sardegna), distribuiti tra il trasporto (4,6 miliardi, +10% del vecchio target) e le attività di stoccaggio e rigassificazione (600 milioni). Il grosso dell’impegno sarà riservato, come detto, allo sviluppo delle infrastrutture italiane e alla loro interconnessione con le reti europee, in modo da rafforzare la flessibilità e la liquidità dell’intero sistema gas: nel complesso 4,6 miliardi che saranno focalizzati principalmente su cinque tasselli, dalla manutenzione e sostituzione di pipeline ormai vetuste al completamento della capacità in reverse flow (i flussi bidirezionali) verso gli altri Paesi europei, dal Tap, che dovrebbe assicurare nuovi flussi gas dalla regione del Caspio, al progetto per far superare una volta per tutte alla Sardegna il gap infrastrutturale che la divide dal resto della penisola.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Celestina Dominelli (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]