Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La sfida strategica per i giacimenti di oro nero
26/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il premier inviato dal mondo a unificare il Paese, al Serraj, dopo aver escluso per quasi un mese un intervento militare esterno, alla fine si è arreso: gli attacchi ai pozzi di petrolio sono sempre più “preoccupanti”, dice, e serve l’aiuto dell’Onu per proteggerli. Lo scontro armato è per lo più in Cirenaica e sotto la Sirte in mano all’Isis: l’Eni è lontana. Il paese ha riserve di greggio per 60miliardi di barili e di gas naturale per 1.500 miliardi di metri cubi.

Fonte: Corriere della Sera – Francesco Battistini (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trasporto gas, Francia proroga tariffe ai punti di interconnessione

L'authority francese per l'energia, Cre, ha stabilito di prorogare di sei mesi la validità delle tariffe di trasporto gas ai punti di interconnessione delle reti transalpine di GRTgaz e Terega (Snam)
[leggi tutto…]

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]