Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Scoperto maxi giacimento in Alaska
06/10/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

E’ stata annunciata un’altra maxi scoperta di greggio in Alaska, a meno di un mese di quella dell’Alpine High. Si tratta di petrolio convenzionale che si trova al largo delle coste dell’Alaska, dove l’industria petrolifera statunitense sembrava condannata ad un inevitabile declino. La società texana responsabile della scoperta, la Caelus Energy, afferma di aver individuato la presenza di 6 miliardi di greggio leggero nelle acque poco profonde di Smith Bay. La produzione, secondo la società, dovrebbe raggiungere i 200.000 barili al giorno ma non prima del 2022. Caelus ha basato le sue stime sulle rilevazioni sismiche e sulle trivellazioni di due pozzi con cui non ha ancora portato alla luce nemmeno un barile ma, se non ha sbagliato i calcoli, il nuovo giacimento potrebbe quasi raddoppiare le riserve dell’Alaska.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza&Mercati - Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam, accordo con Rina sull'idrogeno

Snam e Rina, primario player globale attivo nel campo dei servizi di testing, ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica, hanno sottoscritto un memorandum of understanding per avviare una collaborazione nel settore dell'idrogeno
[leggi tutto…]

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]