Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saras “orfana” dei russi di Rosneft: il mercato chiede un cambio di passo
27/02/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

“L’azienda fa utili, paga un buon dividendo, ma non si è capito cosa vuol fare da grande”. È il commento più frequente che si ascolta tra gli analisti che seguono Saras. Oggi l’azienda comunicherà i dati del bilancio 2016 e potrebbe essere l’occasione buona per avere qualche indicazione delle nuove strategie dopo l’uscita di Rosneft dall’azionariato. I russi hanno infatti piazzato sul mercato la loro quota del 12% e, diversamente dalle attes, non si è fatto avanti nessun investitore industriale. Così il pallino torna nelle mani della famiglia Moratti, chiamata a dare una svolta a una società che ha sempre mantenuto la focalizzazione sul business (tradizionalmente volatile) della raffinazione petrolifera, facendo solo una piccola escursione nell’eolico e senza acquisizioni verticali che avrebbero potuto rafforzarne la presa sulla filiera.

Fonte: La Repubblica, Affari e Finanza – Luigi Dell’Olio (pag 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]