Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saras “orfana” dei russi di Rosneft: il mercato chiede un cambio di passo
27/02/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

“L’azienda fa utili, paga un buon dividendo, ma non si è capito cosa vuol fare da grande”. È il commento più frequente che si ascolta tra gli analisti che seguono Saras. Oggi l’azienda comunicherà i dati del bilancio 2016 e potrebbe essere l’occasione buona per avere qualche indicazione delle nuove strategie dopo l’uscita di Rosneft dall’azionariato. I russi hanno infatti piazzato sul mercato la loro quota del 12% e, diversamente dalle attes, non si è fatto avanti nessun investitore industriale. Così il pallino torna nelle mani della famiglia Moratti, chiamata a dare una svolta a una società che ha sempre mantenuto la focalizzazione sul business (tradizionalmente volatile) della raffinazione petrolifera, facendo solo una piccola escursione nell’eolico e senza acquisizioni verticali che avrebbero potuto rafforzarne la presa sulla filiera.

Fonte: La Repubblica, Affari e Finanza – Luigi Dell’Olio (pag 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]