Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sanzioni all’Iran: petrolio alle stelle e fuga d’imprese
08/08/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A inizio luglio Donald Trump si era lamentato con l’Opec per i prezzi troppo altri del petrolio. Un mese più tardi, a spingere le quotazioni del greggio sono proprio le decisioni del presidente americano. Gli Usa hanno reintrodotto parte delle sanzioni contro l’Iran che erano state sospese dopo l’accordo sul nucleare del 2015. Fra le produzioni colpite, non figura l’oro nero persiano la cui esportazione sarà vietata dal 5 novembre. Ma questa prospettiva è bastata per far salire il barile Wti oltre i 69 dollari, ai massimi da fine giugno. Significativo anche il rialzo del Brent che ha superato ieri i 74 dollari.  Gli investitori temono che Teheran non riesca a trovare sbocchi per la sua produzione di petrolio né in Cina né in Europa, come qualche analista aveva suggerito nei mesi scorsi. In un tweet, ieri Trump ha avvertito che “chiunque faccia affari con l’Iran non li potrà fare con gli Sati Uniti”. La posta in gioco è alta anche per l’Italia che vende 50 miliardi di dollari di merci in Usa, 1,7 in Iran.

Fonte: MF – Francesco Bertolino (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]