Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saipem, Eni cede a Fsi il 12,5% Poi l’aumento da 3,5 miliardi
28/10/2015 - Pubblicato in news nazionali

Prende forma il riassetto di Saipem, che porterà la società fuori dal perimetro di consolidamento dell'Eni e con un debito completamento rifinanziato attraverso prestiti bancari e bond. Nel dettaglio, stando a quanto approvato dai Cda conclusi la scorsa notte, è previsto un aumento di capitale da 3,5 miliardi (da completare nel primo trimestre 2016 e già pre-garantito da un consorzio bancario) di Saipem e che il Fondo strategico italiano acquisti, prima della ripatrimonializzazione, il 12,5% della stessa Saipem da Eni a un prezzo tra 7,4 e 8,883 euro. Sia Eni sia Fsi hanno fornito il proprio impegno irrevocabile a esercitare i diritti della ricapitalizzazione e dopo la chiusura del contratto di compravendita stipuleranno un patto parasociale sul 25% del capitale di Saipem (al quale apporteranno il 12,5% a testa). Allo stesso tempo, il debito di Saipem verso Eni, pari a 6,1 miliardi, verrà rimborsato integralmente.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza & Mercati – Celestina Dominelli (pag.29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]