Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per Saipem contratto in Oman da 800 milioni
05/08/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il progetto della raffineria di Duqm è stato suddiviso in tre pacchetti. Il primo include le unità di processo della raffineria, dove sarà sviluppata la tecnologia che sta dietro l’impianto. Il secondo consiste nelle infrastrutture e negli impianti necessari a supportare le attività della raffineria. Mentre il terzo pacchetto, quello che sarà assegnato a Saipem a stretto giro, comprende il terminale di esportazione del port di Duqm, i serbatoi di stoccaggio a Ras Marzak e gli 80 chilometri di tubo di collegamento tra i serbatoi e l’impianto di raffinazione. Il primo tassello vedrà scendere in campo la joint venture costitutiva da Tecnicas Reunidas e Daewoo Engineering& Construction, mentre il pacchetto 2 è stato aggiudicato all’asse tra Petrofac e Samsung Engineering. La commessa in Oman rientra tra le nuove iniziative commerciali che, secondo quanto aveva spiegato l’ad Cao a valle della presentazione dei risultati semestrali, sarebbero andate a rafforzare nel breve periodo il portafoglio della società. Che nei giorni scorsi si è aggiudicato anche nuovi lavori per 900 milioni nell’ambito del progetto di sviluppo di Zohr in Egitto. L’azienda e una delegazione dei rappresentati dei lavoratori Saipem dei paesi dello Spazio economico europeo in cui è presente, hanno approvato la creazione del comitato aziendale europeo del gruppo, staccandosi, anche su questo fronte, dall’ex casa madre Eni.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Transizione e phase-out, sindacati chiedono incontro al Governo

Una “convocazione urgente di un incontro” per discutere delle modalità della transizione energetica e in particolare del phase-out del carbone.
[leggi tutto…]

Gas Algeria, Ttpc introdurrà prodotti di capacità inferiori a un anno

In relazione all'offerta di capacità di trasporto di gas algerino verso l'Italia sul gasdotto transtunisino Ttpc e transmediterraneo Transmed annunciata a fine giugno, la controllata di Eni che gestisce il gasdotto ha fatto sapere che il
[leggi tutto…]

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]