Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Saipem conclude la riorganizzazione. Presentata la divisione XSIGHT
17/10/2017 - Pubblicato in news nazionali

La divisione High Value Services, nata con la riorganizzazione aziendale varata a maggio di quest'anno, assume la sua denominazione definitiva: XSIGHT by Saipem. "Con il nuovo nome e il nuovo logo si chiude il cantiere organizzativo della nuova realtà Saipem dedicata ai servizi di ingegneria ad alto valore aggiunto e inizia, per Saipem, un percorso innovativo nell'industria Oil&Gas in particolare, e in quella energetica in generale", si legge nella nota della società. XSIGHT si propone, infatti, come un acceleratore del livello di efficienza dell'industria che, attraverso l'ascolto e il recepimento delle necessità dei clienti, traguardi le aspettative con soluzioni innovative. Il nuovo nome sottolinea le caratteristiche della divisione: andare oltre, moltiplicare le dimensioni di indagine di un progetto e mettere a sistema modelli di trasformazione. "La divisione XSIGHT, che sfrutterà l'esperienza maturata da Saipem nei contratti di costruzione chiavi in mano anche nelle fasi concettuali e di definizione iniziale dei progetti sia in termini tecnico/economici sia in termini di operabilità e sostenibilità, si presenta sul mercato con una struttura organizzativa indipendente, snella e flessibile e un approccio commerciale distinto per prodotti". XSIGHT ha abbracciato le sfide tecnologiche e di digitalizzazione dell'industria 4.0 puntando sullo sviluppo di nuove metodologie di progettazione collaborativa come la piattaforma XDim®, l'analisi dei dati con Captix™ e ponendosi l'obiettivo di cambiare il tradizionale sviluppo sequenziale dei progetti proponendo il pacchetto di sviluppo accelerato GoBuild™. XSIGHT by Saipem è pronta ad affrontare le sfide globali.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]