Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Russia-Ucraina, ancora nessun accordo sul transito di gas
23/01/2019 - Pubblicato in news internazionali

Nessuna decisione concreta ma l’impegno a continuare a lavorare per arrivare a un accordo prima della fine dell’anno, quando scadrà il contratto di transito del gas verso l’Europa. E’ l’esito della trilaterale tra Ue, Russia e Ucraina svoltasi ieri a Bruxelles, che ha visto la partecipazione tra gli altri del vice-presidente della Commissione Ue responsabile dell’Unione energetica, Maros Sefcovic, e del ministro degli Esteri Pavlo Klimkin con l’a.d. di Naftogaz per la parte Ucraina e del ministro dell’Energia Alexander Novak con il vice-presidente di Gazprom per quella russa. I negoziati sul transito di gas russo attraverso l’Ucraina, iniziati lo scorso luglio a livello tecnico, “devono essere ora affrontati a livello politico”. Sinora, “sono stati fatti progressi sul quadro legale, sulle tariffe e sull’unbundling del sistema di trasporto gas ucraino”, che “dovrebbe essere completato con successo entro la fine del 2019”. Secondo indiscrezioni, il responsabile dell’Unione energetica avrebbe proposto a Mosca e Kiev la firma di un contratto decennale con un volume minimo garantito di transito annuo di 60 miliardi di mc e ulteriori 30 mld mc/anno di flessibilità addizionale. Restano tuttavia le tensioni.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]