Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Russia rilancia la proposta di una Opec del gas
15/10/2020 - Pubblicato in news internazionali

Un’Opec anche per il gas, che consente ai grandi produttori di coordinarsi per tagliare l’offerta e sostenere i prezzi. L’idea non è certo nuova ma oggi è qualcosa di più di un’esercitazione teorica. Perché a rilanciarla, in una fase di mercato molto delicata, è la Russia. Il ministro dell’Energia Novak è venuto allo scoperto, invitando a <<creare coalizioni e accordi per bilanciare il mercato>>. La base da cui partire è il Gas Exporting Countries Forum: un’organizzazione intergovernativa che <<controlla il 72% delle riserve (di gas) accertate, il 46% della produzione, il 55% delle esportazioni via gasdotto e il 61% delle forniture di Gnl>>. La Russia è stata uno dei fornitori di gas più penalizzati in assoluto durante l’emergenza Covid: la sua quota di mercato in Europa si è ridotta e le prospettive per il futuro stanno diventando sempre meno rosee. Anche l’Aie ora è convinta che il gas sia destinato al tramonto come le altre fonti fossili. Soprattutto nel Vecchio continente: sulla spinta della decarbonizzazione l’Aie stima che bella Ue si ridurrà dell’8% entro il 2030. L’enorme sviluppo del Gnl continuerà a lungo ad alimentare un eccesso di offerta: uno scenario, ribadisce il ministro russo, che <<solleva nuovamente la questione di meccanismi efficaci per stabilizzare i mercati>>. Sulla carta il gas forum sembra ancora più forte dell’Opec. Tra gli undici membri, oltre alla Russia, ci sono fornitori importanti, come il Qatar, la Libia, l’Algeria e la Nigeria. Altri nove Paesi, tra cui la Norvegia e l’Azerbaijan, sono coinvolti come osservatori. In pratica tra i colossi del gas mancano Usa e Australia. Anche se alcuni esperti vedono poche possibilità di successo per un’iniziativa del genere. Non tutti i produttori sono orientati a perseguire una strategia in stile Opec. La Russia non può fare nulla senza l’appoggio del Qatar, che però è l’unico big a non essere arretrato nemmeno di un passo durante la crisi.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ok Ue al Piano Green italiano

Bruxelles promuove il Piano italiano per l’Energia e Clima che fissa gli obiettivi sui vari fronti della sostenibilità ambientale per allinearsi ai target green europei al 2030.
[leggi tutto…]

Libia, da oggi revocato lo stato di forza maggiore da porti e giacimenti

A partire dal 26 ottobre è stato revocato lo stato di forza maggiore in tutti i giacimenti e porti libici, dopo i blocchi messi in atto dal generale Haftar nel corso dell'anno.
[leggi tutto…]

Nord Stream, gli Usa estendono le sanzioni

Il dipartimento di Stato Usa ha esteso martedì il raggio delle sanzioni americane al progetto di gasdotto Nord Stream II
[leggi tutto…]