Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Rischio scioperi nei giacimenti norvegesi
29/06/2016 - Pubblicato in news internazionali

La possibilità di un imminente sciopero in Norvegia ha aiutato il petrolio a risollevarsi dopo il ribasso di oltre l’8% accusato nella due sedute precedenti. In una seduta in cui tutti i mercati hanno tirato il fiato dopo la batosta Brexit, il barile ha guadagnato circa il 3% riportandosi nel caso del Brent sopra 48 dollari al barile. Il ritorno di un po’ di appetito per il rischio, con il relativo attenuarsi della tensione sul dollaro, sarebbero probabilmente bastati a riportare gli acquisti sul greggio. Anche perché l’esito del referendum britannico, secondo gli analisti, non dovrebbe stravolgere gli scenari di mercato, che finalmente puntano verso un riequilibrio tra domanda e offerta. Si tratta senza dubbio di un elemento di rischio. Ma ci sono enormi scorte, che aiuterebbero a fronteggiare l’ emergenza.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]

Border tax, Ets e neutralità carbonica: le promesse di Von der Leyen

Obiettivo di neutralità climatica al 2050 entro i primi 100 giorni di mandato da presidente: questa la promessa contenuta nelle lettere con cui Ursula von der Leyen chiede l'appoggio dei Socialisti e democratici e ai Liberali di Renew Europe p
[leggi tutto…]

Transitgas, così le cessioni Eni nel quarto trimestre

Nell'ambito delle procedure Eni per la cessione di capacità di trasporto gas dal Nord Europa avviate la scorsa estate per l'anno termico 2018-2019, Eni ha reso noto oggi il numero definitivo di lotti offerti relativamente al 4° trimes
[leggi tutto…]