Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A rischio paralisi depositi di gas e trasporti via nave
19/11/2015 - Pubblicato in news nazionali

Per esempio, nel tentativo di promuovere una maggiore sostenibilità il Parlamento può rallentare, fino alla paralisi, le procedure di valutazione di impatto ambientale. Può frenare il ricorso al combustibile a basso impatto ambientale, il metano, a vantaggio di quelli più inquinanti. Può far crescere a dismisura il traffico di autocisterne sulle strade. il disegno di legge a tema ecologico che affianca la legge di Stabilità ora è tornato alla Camera per l'approvazione finale, suscitando non solo fra le imprese ma anche fra alcune primarie associazioni ambientaliste i brividi per le sviste anti-ecologiche che sembrano frutto di paure locali, leggende urbane e superstizioni. Un esempio: in Emilia si diffuse la diceria che uno stoccaggio di metano solamente progettato e mai realizzato nel Modenese avesse scatenato il terremoto del 2O12. In sostanza ciò che si teme maggiormente è una paralisi delle procedure di valutazione di impatto ambientale. Il tutto, pensando di tutelare l'ambiente.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e Territori

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Terna, piano da 6,2 miliardi per potenziare la rete

Con la rotta puntata sulla rete elettrica nazionale, chiamata a supportare il ruolo dominante nella transizione energetica, Terna è pronta a investire 6,2 miliardi nei prossimi cinque anni per accompagnare l’infrastruttura lungo la strada del
[leggi tutto…]

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]