Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Reti. Il Super polo del gas? Nascerà a Piazza Affari
29/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

Il punto di approdo è una società quotata a Piazza Affari. Il più grande network di distribuzione del gas cittadino, con ricavi aggregati pari a 1,8 miliardi e oltre 100 mila chilometri di rete. Dimensioni che si avvicinano a quelle del leader europeo Engie, l’ex Gdf Suez. È l’obiettivo ambizioso che stanno cercando di centrare Snam con la sua Italgas e il fondo F2i con la Rete gas. Vale a dire il numero uno con 6,4 milioni di utenze collegate e il suo competitor, risultato dell’assemblaggio negli ultimi anni della ex Enel rete gas, l’ossatura distributiva di E.On e di Gdf Suez in Italia. Un tema che sta a cuore all’amministratore delegato di Snam, Carlo Malacarne, e di Renato Ravanelli, ceo dell’unico fondo infrastrutturale italiano. Il piano di aggregazione, già esplorato in passato, adesso starebbe entrando nel vivo. E potrebbe essere finalizzato già entro aprile. Sullo sfondo, la Cassa depositi e prestiti che dell’operatore ex Eni ha il 29% attraverso il veicolo Cdp reti e che nel progetto, ancora sulla carta, potrebbe ricevere in presa diretta la Italgas che si affiancherebbe così a Terna e Snam completando il progetto di polo delle reti di distribuzione. Lo studio di fattibilità e il negoziato procedono nella massima riservatezza. Al lavoro ci sono almeno due banche, anche se non ancora formalmente incaricate. Goldman Sachs studierebbe il progetto a fianco di Snam e Morgan Stanley seguirebbe in questa fase il mondo F2i. Entrambe sono interlocutori finanziari storici sia del gruppo Eni sia della Cassa depositi e prestiti.

Fonte: Corriere della Sera, Corriereconomia – Daniela Polizzi (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]