Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Renzi “brucia” gli alleati- Primo leader in visita in Iran
11/04/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Settantacinque giorni per ricambiare una visita di Stato già di per sé rappresenta un exploit nella prassi diplomatica, ma Matteo Renzi - da domani in Iran - si prepara a tagliare in perfetta solitudine anche un altro traguardo: è il primo capo di governo occidentale in visita a Teheran dopo l’abolizione delle sanzioni legate al dossier nucleare. In questo modo Renzi tempestivamente ricambia la visita che, a fine gennaio, il presidente iraniano Hassan Rohani aveva fatto a Roma. Assieme al presidente del Consiglio ci sarà un’importante delegazione imprenditoriale, della quale farà parte anche l’ad di Eni Claudio Descalzi, un’impresa che incontra rispetto ovunque e in particolare in Iran, grazie all’azione pioneristica di un gigante come Enrico Mattei. L’Italia intende riprendere ed intensificare un rapporto che si è affievolito nel periodo delle sanzioni in particolare nel settore energetico.

Fonte: La Stampa – Fabio Martini (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]