Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Regione Puglia tagliata fuori dal Tap
08/12/2017 - Pubblicato in news nazionali

«Non avvalimento», del ministero dell’Ambiente per la Regione Puglia sul Tap. Significa che, siccome la Regione Puglia è inadempiente a causa della resistenza passiva contro il metanodotto Tap, il ministero dell’Ambiente non intende più avvalersi delle competenze della Regione per controllare la correttezza dei lavori sul gasdotto. In altre parole, la scelta della Regione di chiudere occhi orecchie e bocca sull’infrastruttura non ne frena la costruzione, come vorrebbe quell’istituzione. Due settimane fa Giuseppe Lo Presti, direttore generale del ministero dell’Ambiente per il servizio Via (Valutazione d’impatto ambientale), ha emanato un decreto direttoriale di «non avvalimento» dei servigi della Regione Puglia. Non è il primo decreto di questo tono. Con il nuovo decreto il ministero ha abbandonato la Puglia anche su altre parti dei lavori, come la Fase 2 (il trasloco temporaneo degli olivi lungo il tracciato e la costruzione dell’impianto di ricezione del gas).

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Jacopo Gilberto (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]