Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Recovery con aiuto di fondi Sud: 220 miliardi alla prova della Ue
07/01/2021 - Pubblicato in news nazionali

Il Recovery Plan si fa aiutare dai fondi per il Sud per arrivare a 218, 5 miliardi e dare più facilmente risposte alle molte richieste dei partiti di maggioranza sui singoli progetti. Il Piano vuole concentrare gli sforzi sugli investimenti  senza far crescere il debito pubblico, per questa ragione si configura con un’architettura molto complessa soggetta all’approvazione di Bruxelles. In particolare l’esigenza di rimodulare le spese a carico del Recovery Plan potrebbe portare a una revisione dei principali capitoli identificati, per quanto riguarda la Transizione 4.0 potrebbe esserci una riduzione dei crediti d’imposta del piano, meno agevolazioni per i beni strumentali tradizionali e più aiuti sui beni funzionali alla digitalizzazione. In questo modo il governo intende recepire le osservazioni della Commissione Europea che chiede interventi che siano veramente legati alla svolta digitale dell’industria del paese. Per quanto riguarda la transizione verde, 8 miliardi dovrebbero essere destinati alla produzione e distribuzione di rinnovabili, un simile impegno di spesa dovrebbe poi riguardare i trasporti locali e sostenibili. Quasi 5 miliardi dovrebbero riguardare interventi finalizzati a migliorare la gestione dei rifiuti. Mentre 1,3 miliardi per la Strategia per l’idrogeno su cui il Mise vuole collaborare con Francia e Germania.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Giorgio Santilli e Gianni Trovati (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]