Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Prove di pace in nome del gas. Nell’isola divisa riparte il dialogo.
14/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

Cipro prova a riunificarsi, per lo meno nel nome del gas e delle ricche royalties promesse dai giacimenti a largo delle sue coste. L’isola è spaccata in due dal 1974, quando l’invasione delle truppe turche mise fine al tentativo di diventare parte delle Grecia. Nicosia rivendica la sovranità su tutte le coste e vuole gestire le esplorazioni. Ankara la pensa diversamente considera le acque territoriali di fronte a Cipro Nord una sua prerogativa. Cipro ha protestato per l’interferenza nella sua zona economica esclusiva. L’UE ha minacciato di ridurre i fondi legati al processo di adesione se le trivellazioni dovessero continuare. Ieri è comunque arrivato un colpo di scena. Il leader di Cipro Nord, Akinci, ha proposto al governo cipriota del presidente conservatore Anstasiades di cooperare nell’esplorazione e nello sfruttamento degli idrocarburi. La proposta, presentata attraverso l’Onu, punta a creare un “meccanismo di comproprietà dei diritti sulle riserve” su un principio di parità in modo da beneficiare degli introiti simultaneamente e lanciare un nuovo periodo di cooperazione.

Fonte: La Stampa – Giordano Stabile (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]