Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Prove di alleanza tra Eni e Lukoil
07/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Eni risente in Borsa dello scenario di guerra in Libia, che rappresenta il 21% della produzione del gruppo di greggio: il titolo ha infatti chiuso la seduta in leggero calo dello 0,9% nonostante il successo registrato dall’emissione obbligazionaria in dollari lanciata martedì scorso sul mercato e le notizie di rafforzamento dell’alleanza con Lukoil nelle esplorazioni in Messico. Leonid Fedun, vicepresidente del secondo produttore petrolifero russo, in un’intervista all’agenzia locale Tass ha infatti annunciato lo studio di joint venture con Eni per operare nel Blocco 28, situato nelle acque medio-profonde del bacino della Cuenca Salina nel Golfo del Messico. Qui, a fine marzo, le due società si sono aggiudicate licenze di esportazione e produzione con un consorzio controllato del Cane a sei zampe al 75%.

Fonte: Giornale, Economia – Cinzia Meoni (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]