Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Produzione Opec da primato. Riad taglia i prezzi del greggio
01/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

La produzione di petrolio dell’Opec è salita queste mese ai massimi storici e, nel nuovo listino per agosto diffuso ieri, l’Arabia Saudita ha tagliato i prezzi del suo greggio. La battaglia per la conquista dei mercati, avviata qualche anno fa dall’Organizzazione degli esportatori di petrolio, potrebbe quindi non essere finita, nonostante i proclami del nuovo ministro saudita dell’Energia Khalid Al Falih. Le giustificazioni per la mancata ‘retrocessione’ sono varie: nel continente i margini di lavorazione delle raffinerie si sono ridotti e molti impianti stanno per andare in manutenzione, per cui stimolare la domanda non guasta. Anche per l’andamento della produzione di greggio non sembra esserci un cambiamenti né da parte dell’Arabia Saudita né da parte di altri Paesi dell’Opec: solo il Venezuela e l’Iraq hanno mostrato un arretramento, e certamente non per scelta.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati - Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

0,5 milioni di barili al giorno: è il deficit di offerta di petrolio stimato dall’Aie per il secondo trimestre del 2019

Il mondo si potrebbe trovare senza petrolio.
[leggi tutto…]

L’Italia, tagliata fuori dalle rotte del gas, perde la partita

L’Italia sembra aver già perso l’opportunità di diventare hub del gas.
[leggi tutto…]

Italia-Cina, domani intese per Eni e Snam

"Con Bank of China sarà firmato nella giornata di sabato 23 marzo, un Memorandum of Understanding che rafforza la collaborazione su vari strumenti finanziari tra Eni e Bank of China".
[leggi tutto…]