Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Prezzi record per il gas. È lite tra Russia e Ucraina
02/03/2018 - Pubblicato in news internazionali

Non poteva esserci momento peggiore per una nuova disputa sul gas tra Russia e Ucraina. Con i mercati dell’energia impazziti per il freddo intenso, che rende difficile soddisfare la domanda, bisognerà fare i conti con anche questo imprevisto. Gazprom ieri ha fermato le forniture a Kiev. La decisione segue una sentenza della Corte arbitrale di Stoccolma che ha dato ragione all’ucraina Naftogaz in una causa relativa al transito di gas, riconoscendole danni per 4,6 miliardi di dollari. A Gazprom, in credito con Kiev per forniture erogate tra il 2014 e il 2016 è stato concesso di pagare solo 2,56 miliardi. Ma il colosso russo ha reagito male: in attesa di un accordo condiviso sui diritti di transito, ha interrotto le consegne di gas, restituendo a Kiev il denaro già versato per marzo. Naftogaz, che avrebbe dovuto ricevere 18-20 milioni di mc al giorno, minaccia nuove richieste di danni. In teoria il gas russo dovrebbe continuare a raggiungere gli altri clienti. In Italia per il momento non si segnalano riduzioni dei flussi.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]