Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Porti, Ravenna hub per il gas
26/08/2017 - Pubblicato in news nazionali

Il porto di Ravenna si candida a diventare il “magazzino” di stoccaggio di gas naturale liquefatto dell’Adriatico. L’inter autorizzativo per il progetto di maxideposito costiero di Gnl da 20mila metri cubi a Porto Corsini dovrebbe completarsi in autunno e ci vorranno poi due anni e mezzo per dare forma all’investimento da 70 milioni di euro, presentato dal gruppo Pir-petrolifera italo rumena, in partnership con Edison. L’infrastruttura permetterebbe a Ravenna di diventare un hub strategico del Mediterraneo, perché le nuove direttive europee impongono alle navi in transito, già dal 2021, l’uso di combustibile green, alternativo a gasoli e oli pesanti ad alto contenuto di zolfo usati oggi in navigazione, con la scadenza del 2025 per riconvertire le reti dei distributori, anche nei porti.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Ilaria Vesentini (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]

Sussidi dannosi: sul tavolo rimodulazioni di 7 Sad, ma cautela su accise gas

La commissione interministeriale sui sussidi ambientalmente dannosi ha individuato proposte per la rimodulazione di sette Sad
[leggi tutto…]