Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Pniec, a ottobre le valutazioni “individuali”
23/07/2020 - Pubblicato in news internazionali

La valutazione “individuale” dei Piani nazionali energia e clima arriverà in ottobre e la Commissione europea sta valutando se inserire nelle osservazioni sui Pniec raccomandazioni per costruire i piani nazionali di ripresa che gli Stati dovranno mettere a punto per accedere ai finanziamenti del Recovery Fund. L'annuncio è arrivato da Stefano Grassi, capo di gabinetto della commissaria europea all'Energia Kadri Simson, intervenendo al webinar di Confindustria Energia “Infrastrutture energetiche per la ripresa dell'Italia e per lo sviluppo del Mediterraneo”, in corso di svolgimento. La valutazione complessiva dei Pniec sarà portata a termine, come preannunciato, in settembre, parallelamente al piano per aumentare gli obiettivi di riduzione delle emissioni al 2030 al 50-55%, per il quale stiamo finalizzando l'analisi impatto. Grassi ha elogiato il Pniec italiano in confronto ad altri Piani nazionali, sia per il tempismo che per l'ambizione e ha sottolineato che si tratta di una “leva che deve essere sfruttata appieno”. Rispetto all'accordo raggiunto ieri, Grassi si è detto soddisfatto “per la crescita al 30% dell'obiettivo per le spese relative al clima” e preoccupato “per lo spostamento di risorse dal Just Transition Fund e dal Invest EU al Recovery Fund”, una scelta che “dà più spazio alle scelte dei singoli Stati”. Infine, citando il Decreto Semplificazioni, Grassi ha sottolineato l'importanza di “accelerare al massimo la realizzazione di impianti di produzione di elettricità da fonti rinnovabili”, anche in relazione all'idrogeno verde, per cui è “cruciale intervenire su permessi e tempi di autorizzazione”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]