Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Più lontano il sogno di rifornirci di petrolio e gas “made in Usa”
17/09/2015 - Pubblicato in news internazionali

Poter acquistare petrolio e gas dagli Stati Uniti, piuttosto che dalla Russia o dalle instabili regioni di Medio Oriente e Nord Africa, era un sogno accarezzato da molti in Europa. Ma la prospettiva di ricevere forniture consistenti dagli alleati americani si sta allontanando sempre di più. Il tentativo di cancellare il vecchio divieto di esportazione del greggio americano - che già aveva poche chance di successo – appare decisamente velleitario dopo la presa di posizione della Casa Bianca, che rompendo un lungo silenzio sulla questione martedì si è schierata contro l’ipotesi di un’abrogazione da parte del Parlamento. Nel frattempo la neonata industria americana del Gnl rischia di essere soffocata in culla, non dalla politica, bensì dalle leggi di mercato. Il Gnl americano ha infatti già perso il vantaggio competitivo sui mercati internazionali.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam, accordo con Rina sull'idrogeno

Snam e Rina, primario player globale attivo nel campo dei servizi di testing, ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica, hanno sottoscritto un memorandum of understanding per avviare una collaborazione nel settore dell'idrogeno
[leggi tutto…]

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]