Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Pimco, le previsioni sul prezzo del petrolio puntano sul greggio sopra i cinquanta dollari
14/11/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il mercato del petrolio è uno dei principali motori dell’economia globale e per questo viene molto spesso posto sotto i riflettori. Le stime di Pimco per il 2016 sono incentrate da tempo sul ritorno del greggio a 50 dollari al barile (bbl), condizione essenziale per rispondere ad una crescita tendenziale della domanda, e nel 2017 i prezzi dovrebbero mantenersi tali. «Le nostre previsioni, infatti, indicano che il riequilibrio del settore osservato quest’anno dovrebbe proseguire, sostenendo un aumento delle quotazioni rispetto alla media del 2016 – dice Greg Sharenow, executive vice president e portfolio manager per i real assets di Pimco. Fissiamo la nostra previsione a lungo termine, a 3-5 anni, per i prezzi del greggio fra 57 e 62 dollari/bbl, nonostante sia difficile prevedere la reazione dell’andamento dei costi dei servizi all’aumento degli investimenti in energia. Sul segmento a breve termine, il mercato petrolifero si è essenzialmente stabilizzato, come dimostra la fine del costante accumulo di scorte a livello globale, durato quasi due anni». Se da un lato, quindi, è possibile che il 2017 veda un notevole incremento dei prezzi, dall’altro le scorte sono ancora elevate lo scenario di base di Pimco prevede una riduzione relativamente modesta delle stesse nei prossimi 12-15 mesi. I prezzi dovrebbero, pertanto, restare su livelli inferiori rispetto a quelli a lungo termine, ma senza gli eccessi osservati all’inizio di quest’anno.

Fonte: La Stampa – Red. (pag. 31)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]